MAGNASCO A PARIGI

A Parigi, presso la galleria Canesso sino al 31 gennaio 2016 è stata dedicata una retrospettiva del pittore genovese Alessandro Magnasco ( 1667 – 1749 ) detto il Lissandrino perchè mingherlino e piccolo di statura. Tra le opere esposte c’ è un dipinto del museo Luxoro di Genova che ben rappresenta la pittura di questo artista proiettato nel futuro: ” Il pittor pitocco tra zingari e suonatori ” potrebbe anche chiamarsi ” Apologia dello squallore “, in un cupo scenario architettonico, guizzano le figure realizzate a rapide pennellate di tocco, il povero pittore circondato da squallidi personaggi, tra cui musicanti e zingari cenciosi, evidenzia la poetica d’ un Magnasco maturo, dove l’ intento anti celebrativo, dissacratorio e polemico prendono il sopravvento sul racconto pittorico, non ci troviamo più di fronte ad  un dipinto ma ad un grido silenzioso sulla condizione di miseria in cui versa gran parte della popolazione all’ inizio del XVIII secolo.pittor pitocco del magnasco

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...